Ultima modifica: 29 giugno 2017

Progetti didattici

DESCRIZIONE DEI PROGETTI E DELLE ATTIVITA’

Iniziative progettuali che coinvolgono tutti gli ordini di scuola in un processo di continuità didattica:

QUALITA’ DELLA DIDATTICA

– Contenuti e metodologie innovative –

  • Progetto “Rete WiFi e gestione in Lan delle lezioni”. Tale progetto ha offerto l’opportunità di migliorare tutte le scuole dell’Istituto dal punto di vista dell’infrastruttura di rete e dei servizi ad essa legati. Questo sviluppo permetterà di ottenere una ricaduta notevole sulla didattica, sul funzionamento e sull’organizzazione scolastica. Si potranno sviluppare e migliorare notevolmente servizi come l’E-Learning, la gestione dei contenuti digitali, le lezioni con LIM e la comunicazione scuola-famiglia. Inoltre si otterrà un processo di miglioramento del Know-how tecnologico dei nostri docenti. A tal fine l’Istituto ha partecipato e ottenuto il finanziamento con Fondi strutturali europei ai progetti PON 2014/20 (Bando n°9035 del 15/07/2015 e Bando n°12810 del 15/10/2015).

  • Progetto “Verso l’ECDL”. Il Progetto è rivolto agli alunni delle due scuole sec. di 1° grado. Gli alunni iscritti ad uno specifico laboratorio pomeridiano, svolgono attività finalizzate al conseguimento della patente europea del computer e sostengono le prove di attestazione di tali competenze presso l’I.T.C. Pacinotti di Pisa (polo informatico per la certificazione delle competenze informatiche). Le attività forniscono le competenze necessarie per poter operare con i programmi informatici di maggiore diffusione ed utilità e provvedono all’insegnamento delle varie fasi previste dal Syllabus, dei moduli di esame proposti e il conseguimento della patente europea livello START.

  • Progetti relativi al potenziamento delle lingue inglese e francese (The EngliShow e Let’s speak english and french!). Tali progetti sono finalizzati all’introduzione dell’insegnamento della lingua inglese a partire dalla scuola dell’infanzia e al suo potenziamento nella scuola primaria e sec. di 1° grado anche con il supporto di docenti di madre-lingua. Inoltre l’Istituto è centro esami del Trinity, un ente internazionale che rilascia certificazione in seguito all’esito positivo di esami orali effettuati da alunni delle scuole primarie e sec. di 1° grado. Inoltre nelle scuole sec. di 1° grado è stato attivato un laboratorio pomeridiano di lingua francese mirato alla preparazione degli alunni per la certificazione DELF livello A1 e A2.

  • Progetti relativi all’educazione scientifica.

  • L’Istituto ha aderito alla RETE SCUOLE LSS che rappresenta un’implementazione dell’azione regionale di sistema LSS intrapresa nel triennio 2013/16. Le attività programmate sono: 1) Consolidamento di LSS attraverso disseminazione nell’Istituto e formazione con docenti esterni per approfondimenti sulla metodologia didattica e su temi riguardanti sia la matematica che le scienze sperimentali; 2) Progettazione, realizzazione e documentazione di nuovi percorsi didattici applicando la metodologia laboratoriale basata su problemposing e problemsolving, acquisita in LSS.

  • ERASMUS PLUS TEST, progetto Europeo che ha come obiettivo la diffusione e la condivisione di una cultura scientifica (proseguimento dei progetti SID e SCIEN che hanno coinvolto i docenti dell’Istituto negli anni passati)

  • ORTI SCOLASTICI, promosso dall’Ass. “Orti Pisani” e in collaborazione con “Orto fruttifero” e ORTO IN CONDOTTA in collaborazione con il Comune di Pisa e con la Ditta EUROAMBIENTE di Pistoia, hanno la finalità di contribuire a sostenere nelle scuole attività di educazione ambientale e alimentare nell’ottica di creare una cultura della sostenibilità comportamentale.

  • Le scuole dell’Istituto partecipano inoltre ai “Giochi d’autunno” e ai “Campionati internazionali di giochi matematici” promossi dall’Università Bocconi di Milano, a Percorsi didattici proposti dal sistema Museale di Ateneo, a Percorsi sulla biodiversità di flora e fauna delle dune del litorale pisano proposti dall’Università di Pisa, dal WWF e dalla società “Armonia e natura, a Proposte educative della COOP riguardanti l’alimentazione e l’uso consapevole delle risorse, ad attività didattiche presso il Planetario di Pisa

  • Progetto “A scuola con Viviani(educazione artistica) per il quale sono stati richiesti finanziamenti al MIUR che ha emanato un bando nazionale (La mia scuola accogliente) finalizzato al recupero e alla valorizzazione degli spazi comuni presenti nelle istituzioni scolastiche. Relativamente alla disciplina arte e immagine, le scuole dell’istituto hanno aderito ad un progetto proposto da Kiwanis Club Pisa relativo alla costruzione di “gru” in origami per la realizzazione di una Mostra a Pisa che avrà la finalità di commemorare il 70° anniversario del bombardamento di Hiroshima e Nagasaki. I docenti saranno supportate da personale esperto nella realizzazione di tali manufatti.

  • Progetto E-ROBOT proposto dall’Istituto stella Maris che prevede la sperimentazione di nuove tecnologie da parte degli alunni e sarà gestito, oltre che dall’Istituto stesso, dalla Telecom. Aderiscono al progetto le classi prime delle scuole primarie Quasimodo e Viviani.

  • Progetto “Io gioco qui – 2016” promosso dal Comune di Pisa in collaborazione con Euroambiente. Tale progetto prevede la realizzazione di incontri con alunni di scuola primaria mirati alla rielaborazione partecipata dei testi e delle immagini da usare nella segnaletica verticale presente nelle aree verdi del comune di Pisa. Lo scopo è quello di facilitare la fruizione degli spazi, migliorando la comunicazione verso i diretti interessati.

INCLUSIONE SOCIALE

– Solidarietà, cittadinanza responsabile –

  • Integrazione di alunni BES (Disabili, DSA, stranieri)

Il Progetto di integrazione degli alunni BES costituisce da molti anni uno dei punti forza dell’Istituto nel quale frequentano ogni anno circa il 15% di alunni di nazionalità non italiana. Esso fa riferimento ad un modello di inclusione di tipo partecipativo centrato sulla persona reale, sulle sue capacità, sulle sue risorse ed inteso come processo volto a valorizzare le identità ed originalità dei singoli in riferimento ad un contesto in evoluzione. Lo sfondo culturale di questo modello di integrazione è costituito da una riflessione sulla diversità, considerata non come elemento patologico, ma come elemento strutturale in ogni sistema sociale, che si manifesta naturalmente attraverso la complessità. Nell’elaborazione del PEI e del PDP si individuano gli elementi per la predisposizione di un progetto fattibile che coinvolga in modo flessibile tutte le risorse a disposizione, integrando tempi, spazi, strumenti, professionalità, nell’ottica di trasformare le difficoltà/diversità in risorse. Si rende quindi necessario il coinvolgimento di tutte le componenti della scuola, in modo che il processo di integrazione diventi relazione significativa fra più soggetti e quindi un’occasione di crescita per tutti. Questi i punti cardine del progetto:

  • Corresponsabilità di tutti i docenti nelle fasi di programmazione e di operatività

  • Coinvolgimento dei compagni di classe

  • Raccordo tra attività individualizzate e programmazione disciplinare

  • Condivisione con le famiglie

  • Strutturazione di laboratori funzionali all’acquisizione di abilità diversificate per gruppi di alunni BES e non.

  • Progetto P.E.Z (Programmazione educativa di zona). Tale progetto è finanziato interamente dalla Regione Toscana e dal Comune di Pisa e si pone la finalità di prevenire e contrastare la dispersione scolastica. Il progetto prevede una serie di attività relative a tre tematiche: 1) Promuovere l’inclusione scolastica degli alunni disabili; 2) Promuovere l’inclusione scolastica degli alunni con diversità di lingua e cultura 3) Promuovere iniziative di contrasto al disagio scolastico di tipo sociale, economico, comportamentale. Tali tematiche vengono sviluppate in tutte le sezioni-classi dell’istituto attraverso attività laboratoriali, di recupero, compresenza tra docenti, formazione/aggiornamento.

  • Progetti proposti dalla società della salute: 1)“Come Cristalliche prevede la partecipazione di alunni di scuola sec. di 1° grado coinvolti in percorso teatrale inteso come mediazione comunicativa strategica per la presa di coscienza, la condivisione e la prevenzione dei fenomeni di bullismo. 2)“Amori & c.” che prevede la partecipazione di alunni di scuola sec. di 1° grado coinvolti nella metodologia life skill e si pone l’obbiettivo di promuovere il benessere, sviluppare competenze in ambito affettivo e relazionale, sviluppare il pensiero critico rispetto alla sessualità.

  • Progetto “Gulliver… in viaggio verso il futuro” per il quale sono stati richiesti finanziamenti al MIUR che ha emanato un bando nazionale finalizzato al contrasto alla dispersione scolastica. Tale progetto, formulato in rete con gli altri Istituti comprensivi del comune di Pisa, se finanziato prevederà l’attivazione di interventi di recupero scolastico nelle scuole primarie e sec. di 1° grado.

  • Progetto “Officina delle idee”. Tale progetto, relativo all’inclusione degli alunni disabili, coinvolge i genitori in modo attivo e creativo in attività laboratoriali che permettono di promuovere lo sviluppo di competenze operative trasversali ed abilità afferenti agli ambiti cognitivi, percettivo-motori, relazionali, comunicativi e dell’autonomia. I laboratori, attivati in ogni scuola, prevedono un numero massimo di 5-6 alunni appartenenti a classi diverse che affiancano, quale tutor, i compagni disabili.

  • Progetto di didattica integrata “Visione d’insieme” per favorire la maturazione dell’identità e migliorare le competenze degli alunni attraverso il cinema, in collaborazione con l’Associazione culturale REGES e l’Istituto “Stella Maris”. Tale progetto ha la finalità di promuovere l’inclusività, la creatività e lo spirito critico degli alunni valorizzando i linguaggi artistici e l’apprendimento non formale attraverso la costruzione, nella scuola, di spazi di crescita umana e civile e la promozione di percorsi di contrasto alla dispersione scolastica.

  • Progetto “Dislessia Amica” proposto dal MIUR, che ha l’obiettivo di ampliare le conoscenze metodologiche, didattiche, operative e organizzative dei docenti necessarie a rendere la scuola pubblica realmente inclusiva per gli alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento. Il percorso di e-learning si avvale di materiale strutturato, video lezioni, esercitazioni, indicazioni operative, approfondimenti e supervisione a distanza con tutor specializzati.

  • Progetto “Emergenza italiano L2” che si pone l’obiettivo di permettere agli alunni di nazionalità straniera un più rapido processo di apprendimento della lingua italiana al fine di facilitare la loro integrazione/inclusione e, nello specifico della scuola primaria e secondaria di 1° grado, di acquisire i requisiti indispensabili per l’apprendimento delle varie discipline. Tale progetto prevede inoltre il supporto di mediatori linguistici finanziati dalla Società della salute.

  • Progetto interculturale “Diversamente uguali” che si avvale di percorsi (spesso proposti dalle varie agenzie del territorio) volti a stimolare la conoscenza delle diversità di culture e si propone di favorire l’integrazione/inclusione intesa non solo come accoglienza ma anche e soprattutto come scambio, condivisione, arricchimento.

  • Protocollo accoglienza minori adottati con le finalità di prefissare pratiche condivise, di evitare stereotipi e pregiudizi, di orientare chi non è preparato ad accogliere un minore adottato, di potenziare e valorizzare le competenze delle figure scolastiche, nella convinzione condivisa che il bambino adottato ha una sua specificità (un passato e un presente diversi) e che il bambino adottato internazionalmente non è straniero. Queste le azioni previste: Al momento dell’iscrizione il docente referente e la segreteria forniscono informazioni sui progetti della scuola a sostegno dei minori adottati; Prima dell’inserimento scolastico al primo incontro ci sarà un colloquio riguardante la storia del bambino adottato e della sua famiglia (notizie sulla pregressa scolarizzazione, sulla composizione familiare, presenza di certificazioni, ecc..) – al secondo incontro verranno acquisite informazioni dai servizi sociali sul progetto di accompagnamento previsto per il minore adottato al fine di individuare le migliori strategie per la valutazione delle sue competenze, l’individuazione della classe, i tempi e le modalità di inserimento (possibilità di essere auditore); Prima dell’inserimento in classe sarà necessario schematizzare il progetto condiviso che andrà monitorato in itinere; Dopo l’inserimento scolastico verrà realizzato il percorso di inserimento e il suo periodico monitoraggio (se necessario con gli operatori sociali)

  • Educazione alla convivenza e alla cittadinanza In una società multiculturale e complessa la capacità di riconoscere, accettare ed interagire con l’altro da sé, non è un fatto scontato e naturale. Le scuole dell’Istituto, al fine di favorire negli alunni una maggiore consapevolezza di sé, presupposto fondamentale per poter riconoscere, accettare, rispettare l’altro, interagire, adottano una serie di percorsi strutturati per favorire una prima alfabetizzazione alla democrazia, avviando gli alunni alla consapevolezza del proprio ruolo all’interno del gruppo sociale, stimolando in loro potenzialità di tipo comunicativo, relazionale, decisionale. I percorsi attivati diventano anche occasione di riflessione sugli avvenimenti drammatici della storia passata (giorno della memoria e del ricordo) e di quella recente, nell’intento di favorire l’acquisizione della consapevolezza del valore della pace e della democrazia, del rispetto per i diritti umani e le libertà individuali e dell’importanza di impegnarsi personalmente per la loro difesa. Intendono inoltre sottolineare il valore della democrazia come frutto anche del sacrificio personale di donne e uomini che spesso hanno anteposto alla loro stessa vita il raggiungimento del bene comune. Nell’ambito di tale tematica sono previsti percorsi in collaborazione con la Domus Mazziniana e la partecipazione alla Giornata della solidarietà che ogni anno si svolge a Pisa.